Massimo Fancellu

Coaching per il team

Il mio augurio per il 2020? Un anno ricco di 3P! - Massimo Fancellu

Il mio augurio per il 2020? Un anno ricco di 3P!

Un paio di giorni fa facevo il bilancio di questo 2019: un anno per il quale sono davvero grato. A me stesso e alle persone con le quali ho vissuto e lavorato: familiari, amici, colleghi e clienti con cui ho condiviso tanta vera gioia e tanto, tantissimo entusiasmo.

Un anno positivo che ha aperto una nuova fase più gratificante della mia vita professionale, forse in controtendenza rispetto ai trend. Per questo, è bello aver potuto condividere questo successo con diversi clienti che, ugualmente, sono usciti dallo stallo e hanno invertito la rotta, a differenza di altri loro concorrenti.

Nel mentre, mi viene in mente la crescente, palpabile tensione sociale che, in alcuni casi, ho respirato e che alcuni clienti (imprenditori, dirigenti, venditori) hanno più volte lamentato in aula o durante gli incontri individuali. 

Molta ansia e poca fiducia. Così gli italiani secondo il Censis.

Un clima pesante di incertezza, confermato anche dall’ultimo rapporto CENSIS, del quale cito la sintesi:

“Sfuggiti a fatica al mulinello della crisi, adesso l’incertezza è lo stato d’animo dominante (per il 69%). Nella società ansiosa di massa si ricorre a stratagemmi individuali per difendersi dalla scomparsa del futuro. Nonostante il bluff dell’aumento dell’occupazione che non produce reddito e crescita (959.000 unità di lavoro equivalenti in meno rispetto al 2007, +71,6% di part time involontari per i giovani). Ma se l’ansia non riuscisse più a trasformarsi in furore? La sindrome da stress post-traumatico porta il 75% dei cittadini a non fidarsi più degli altri. E a pulsioni antidemocratiche: ora il 48% è favorevole all’uomo forte al potere.”

La vera innovazione in azienda? Collaborare e ascoltarsi per condividere la gioia del lavoro.

Pensavo a tutte queste cose e, nel mentre,  su Whatsapp mi arriva un messaggio straordinario di Alberto Rosa, figlio del mio indimenticabile professore di organizzazione aziendale all’Università di Bologna, Maurizio Rosa, ormai scomparso. Un professore al quale devo molto, soprattutto l’ispirazione che mi ha portato ad essere un coach. E nel messaggio ricevuto da Alberto colgo parole ispirate, oltre che da suo padre Maurizio, anche da Enzo Spaltro, padre della psicologia del lavoro in Italia.

Un messaggio che ha colto e descritto meglio di come avrei saputo fare io una riflessione che da un po’ di tempo ho maturato anch’io: oggi, la vera innovazione sulle risorse umane, in azienda, è l’umanità; il vero atto creativo oggi è collaborare -e ascoltarsi- per costruire insieme un futuro positivo, benestante e pieno di speranza per tutti.

Un concetto che Alberto Rosa ha sintetizzato in 3 parole: Pluralità, Perdono, Parità.
Curiosamente, sono 3P, come quelle del mio metodo TEAM IN 3 PASSI; una pura coincidenza che, forse, ha il suo punto d’incontro nella semplicità suggerita da entrambi i percorsi.  

Tenere solo per me un messaggio così vivo, profondo e beneaugurante sarebbe stato egoismo. Perciò, col benestare di Alberto, con piacere condivido anche con te queste sue belle parole con l’augurio di poter vivere anche tu con gioia un 2020 ricco di queste “3P”.

Le 3P per lavorare e vivere felici nel 2020. Il "messaggio-appello" di Alberto Rosa. 

Ancora una volta il giorno vincerà sulla notte, il sole sul buio e la vita riprenderà a svolgersi lungo il susseguirsi delle stagioni. Il solstizio d’inverno sta per arrivare e presto sarà alle nostre spalle ed i progetti per il futuro hanno ampi spazi per esprimersi …… e i vostri?  
Quest’anno è un anno che tende a pacificarsi. La guerra porta alla distruzione nel piccolo e nel grande. Dalla guerra alla pace  non è solo un modo di dire, si può passare dalla cultura bellica che tende all’eliminazione dell’avversario alla cultura della connettività attraverso il passaggio da un influenzamento sbilanciato a bilanciato: io influenzo te nella misura in cui tu influenzi me; non uno che esercita un potere su un altro ma reciprocità dei rapporti. 
Il lavoro non può essere considerato una fatica, deve essere considerato qualcosa di gradevole. La Gioia del Lavoro è diventato un must. Quest’anno abbiamo avuto successo. Siamo stati diversi rispetto ai concorrenti, cerchiamo di essere ancora diversi dagli altri, ma bisogna inventare qualcosa che non esiste. Voi siete in grado di inventare nuovamente. Non siamo ripetitivi ma siamo inventivi! 
Come abbiamo inventato qualcosa che i nostri clienti hanno apprezzato dovremo inventare qualcosa che gli altri non hanno. Dobbiamo inventare qualcosa di diverso per raggiungere un nuovo successo. Siate  in connessione. Inventate nuove associazioni di idee, inventate nuove relazioni di persone, nuove associazioni di eventi. Passate  dall’unitario, dalla coppia al plurale. Come? Per questo servono 3 P e cioè: 
Plurale: più siamo in tanti e meglio è.
Perdono: passare da una logica bellica della vendetta al perdonare, che non significa essere buoni ma di impadronirci del nostro futuro. 
Parità: il cliente e i colleghi non fanno quello che vogliamo che facciano, dobbiamo condividere  le cose che riteniamo giuste. Trattare i clienti e i colleghi come pari. 
Avete avuto successo non limitandovi  a ripetere le cose fatte l’anno scorso. Bologna può essere la città della gioia. Il passaggio del lavoro dal benessere alla gioia è la condivisione. La condivisione della gioiaQuando andate a  mangiare assieme a qualcuno siete più felici di quando mangiate da soli. Inventate al plurale, inventate la ricchezza , inventate  un anno nuovo.  Inventate la gioia. Il futuro non lo si prevede ma lo si inventa attraverso Plurale, Perdono e Parità,  caratteristiche che io auguro a Voi per avere successo l’anno prossimo. 
Il successo sta nella novità!!! Vi auguro di inventare cose nuove che ora non ci sono, che io sono sicuro che voi siete in grado di inventare. Vi auguro di inventare il vostro ed il nostro futuroCome ci ha insegnato Albert Einstein “La luce è fatta di fotoni ed è quindi flessibile”. Buona  cooperazione e buon solstizio.

Alberto Rosa 

Massimo Fancellu
 

Sono un formatore e un Coach professionista specializzato nello sviluppo dei Team aziendali. Col mio metodo “TEAM IN 3 PASSI” aiuto i Team di lavoro che vogliono essere più efficaci ed efficienti. Questo in azienda significa lavorare con più affiatamento, maggior benessere e aumentare la produttività del gruppo.

Fai click Qui per lasciare un commento 0 commenti
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.