Massimo Fancellu

Coaching per il team

Perché è così difficile ascoltare? Ecco i 5 trucchi del coach - Massimo Fancellu

Perché è così difficile ascoltare? Ecco i 5 trucchi del coach

Ascoltare è una cosa apparentemente facile. In realtà, però, è tra le competenze più rare, anche tra chi si pregia di essere un "buon comunicatore".
In questo articolo e nel video annesso ti spiego perché e ti suggerisco 5 semplici passi per essere sicuro di capire quello che ti dicono.

Perché è importante l'ascolto

Esistono molte persone che, apparentemente, sono eccellenti nell'esprimersi catturando l'attenzione degli altri ma non riescono, poi, a mantenere i rapporti per molto tempo o, in alcuni casi, a farsi seguire. Perché? Perché sono concentrate su di sé e non prestano attenzione agli altri e alle loro esigenze.

Ascoltare significa infatti prestare attenzione prima (e già questa è un’azione di pochi) e sforzarsi di capire dopo.

Questa seconda condizione dell’ascolto (capire davvero) è davvero rara, ancora di più nell'era dei social network che catturano la maggior parte dell'attenzione delle persone, sviandole dalla relazione diretta con il prossimo.

Un video di approfondimento

Per aiutarti ad approfondire, voglio proporti un estratto del mio video sull’ascolto attivo, girato a  fine marzo 2016, durante gli "Aperitivi con il coach", sulla comunicazione.

 

In questo filmato, spiego cosa è e quali sono le fasi dell’ascolto attivo, di quell'ascolto, cioè, strutturato per ridurre al massimo le incomprensioni e i fraintendimenti e creare una relazione più autentica, con meno giudizi e più empatia.

Ascoltare è davvero così difficile?

Ascoltare è difficile perché sembra facile. Per questo motivo, nella comunicazione incorriamo tutti i giorni in alcuni "errori di sistema" contenuti in un processo di ascolto:

  • Ci si concentra su di sé e non sugli altri
  • Si tende a giudicare troppo presto quello viene detto, oppure a pensare a cosa rispondere, invece di ascoltare
  • ci si convince di aver capito senza tenere conto che alcune parole si prestano a fraintendimenti (es. se ti dicono di aver letto un libro fantastico, capisci che "é molto avvincente" o che è un libro "di fantasia"?

Le 5 fasi dell'ascolto attivo

Per superare questi "errori di sistema", è sufficiente un po' di attenzione insieme a 5 semplici "azioni":

  1. Fare silenzio (e non dare retta ai nostri pregiudizi)
  2. Lasciare agli altri ancora più spazio per esprimersi ("puoi dirmi di più?")
  3. Fare domande di approfondimento
  4. Ripetere quello che abbiamo capito
  5. Se non abbiamo capito bene... ricominciamo

Hai pensato che le regole che ti ho illustrato sono banali?

La capacità di ascoltare è "magica" perché ti permette di ottenere, nelle relazioni, risultati incredibili, apparentemente senza sforzo.

Le uniche sfide sono quelle dell'umiltà (quella con la "U" maiuscola) e dell'attenzione: per ascoltare, basta farlo e, se mentre lo fai, vuoi descrivere i tuoi successi o chiedere approfondimenti, scrivimi.

 

Massimo Fancellu
 

Sono un formatore e un Coach professionista specializzato nello sviluppo dei Team aziendali. Col mio metodo “TEAM IN 3 PASSI” aiuto i Team di lavoro che vogliono essere più efficaci ed efficienti. Questo in azienda significa lavorare con più affiatamento, maggior benessere e aumentare la produttività del gruppo.

Fai click Qui per lasciare un commento 0 commenti
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.