Massimo Fancellu

Coaching per il team

Leadership: le 8 qualità per far decollare il tuo team (prima parte) - Massimo Fancellu

Leadership: le 8 qualità per far decollare il tuo team (prima parte)

Se sei un imprenditore un dirigente pubblico o un manager privato, hai già capito che l’andamento della tua azienda, del tuo ente o del tuo settore non dipende solo da te ma, anzi, soprattutto dai tuoi collaboratori, presi sia singolarmente che come gruppo.

A te, il più delle volte non è richiesto tanto di continuare a svolgere mansioni tecniche o pratiche, quanto di coordinarli e guidarli in un percorso di miglioramento continuo delle prestazioni aziendali e individuali. I risultati della tua azienda o del tuo settore dipendono anche dalle tue capacità di portare i tuoi collaboratori a dare il meglio di loro stessi.

Questa capacità è un insieme di competenze che, sinteticamente, vengono definite “leadership”.

Uno degli argomenti più affascinanti nei quali mi sono imbattuto in circa 20 anni di lavoro come esperto in comportamenti organizzativi è proprio la leadership, ovvero la capacità di guidare e sviluppare un gruppo di persone.

In momenti turbolenti ed imprevedibili come questo periodo storico, la leadership è sempre più ricercata nella nostra società. Il motivo è semplice e risiede nella origine etimologica della parola leadership: tracciare il percorso strada facendo.

Alcune definizioni di leadership

Il termine leadership deriva, infatti dal verbo to lead che, letteralmente, significa mostrare il percorso ad una persona o a un gruppo di persone procedendo insieme a loro o andando avanti.

Questa definizione presuppone diverse cose:

  • che la costruzione del percorso, specie se nuovo, avvenga attraverso il decidere, lo scoprire o il costruire la strada insieme o, in alternativa che il leader sia stato un precursore che forma, oltre che guidare, i suoi follower
  • che il leader sia presente nel guidare i suoi collaboratori lungo il cammino (senza "mandarli allo sbaraglio"), assumendo rischi calcolati

La leadership è definita anche come la capacità di guidare le persone verso la costruzione di un futuro possibile o, con le parole di Robert Dilts (esperto di fama mondiale), di "creare un mondo al quale gli altri desiderino appartenere".

Il leader, quindi, emerge soprattutto nei momenti di discontinuità, cioè quando il percorso da seguire non è tracciato o quando il percorso esiste ma i risultati che sta producendo non sono soddisfacenti, almeno per una parte significativa del gruppo o dell’organizzazione.

Il manager, invece, ha la funzione di garantire la regolarità e la continuità nell’organizzazione del lavoro, di garantire lo status quo.

I leaders, in pratica, emergono quando c’è qualcosa da cambiare, i manager quando invece bisogna lasciare le cose come stanno, per massimizzare i flussi di produzione.

Ma cosa è la leadership e chi è il leader?

Il leader è colui che rappresenta i valori, gli obiettivi ed il vissuto di un gruppo, che riceve e da fiducia e che crea i presupposti perché il gruppo evolva e realizzi i suoi obiettivi.

I modelli che tentano di spiegare cosa è la leadership e come funziona sono davvero tanti e si differenziano tra loro in funzione del focus, cioè del punto di vista in base al quale la si osserva.

I 3 punti di vista per studiare la leadership sono, in generale:

1. La leadership come processo di influenzamento delle dinamiche di un gruppo e, quindi, delle sue decisioni. Da questo punto di vista, secondo Hersey e Blanchard (leadership situazionale), la leadership è “il processo volto a influenzare le attività di un individuo o di un gruppo che si impegna per il conseguimento di obiettivi in una determinata situazione

2. La leadership come relazione tra leader e follower. Seguendo questo focus, ad esempio, il leader, secondo Bass (modello della leadership trasformazionale), è la persona che riesce a motivare gli altri a fare più di quanto loro stessi si aspettino di poter realizzare.

3. La leadership come insieme di qualità e competenze del leader.

Nella seconda parte dell’articolo ti parlerò proprio di queste qualità e competenze per arrivare a esercitare il ruolo del leader.

TEAM IN 3 PASSI 

Il metodo che - a piccoli passi e senza quasi accorgertene - cambia il modo di lavorare e stare assieme in azienda tanto che lo vedranno anche da fuori e senza che i concorrenti capiscano perché state guadagnando così tanto terreno.

Webinar gratuito
di presentazione del metodo
 
NB: Max 5 posti

Massimo Fancellu
 

Sono un formatore e un Coach professionista specializzato nello sviluppo dei Team aziendali. Col mio metodo “TEAM IN 3 PASSI” aiuto i Team di lavoro che vogliono essere più efficaci ed efficienti. Questo in azienda significa lavorare con più affiatamento, maggior benessere e aumentare la produttività del gruppo.

Fai click Qui per lasciare un commento 0 commenti
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.