Massimo Fancellu

Coaching per il team

Come mantenere la calma durante una discussione - Massimo Fancellu

Come mantenere la calma durante una discussione

La rabbia ci aiuta ad essere più determinati, soprattutto quando sappiamo come gestirla. In questo articolo ti svelo 3 accorgimenti che mi aiutano a mantenere la calma.

Come smettere di arrabbiarsi per vivere meglio

Ti capita mai di trovarti in situazioni in cui qualcuno ti urta con quello che dice o con il suo comportamento?
Critiche, bugie, un modo di fare irrispettoso e disonesto casa, sul lavoro, con gli amici sono le classiche occasioni in cui possiamo subire o, viceversa, far valere più o men serenamente le nostre ragioni.

Il problema, però, non è tanto quello di dover affrontare l’altro quanto, piuttosto, quello di riuscire a gestire la discussione senza perdere le staffe e mantenendo la calma, per non passare dalla parte del torto.

Le alternative per non cedere alla rabbia

Queste situazioni “spinose”  con gli altri possono innescare con facilità emozioni forti, difficili da tenere sotto controllo.

Ma, per fortuna, esistono anche valide strategie che ti possono portare facilmente a ridimensionare e gestire gli stati d’animo troppo accesi o distruttivi.

Ciò che conta, innanzitutto, perciò è quello di ricordare che esiste sempre un'altra possibilità, una strada alternativa alla rabbia e alla voglia di aggredire il prossimo.

3 Stratagemmi per mantenere la calma

Finalmente ti indico 3 “stratagemmi” per mantenere la calma e la lucidità nei momenti critici (discussioni, provocazioni, ecc.) che personalmente trovo tra i più efficaci:

  • Focalizzati su cosa vuoi ottenere
    Mantieni il focus su ciò che vuoi raggiungere, sull’obiettivo finale che desideri realizzare. Se ti concentri sul tuo obiettivo farsi guidare dalla ragione e dal buon senso diventa più facile  e le emozioni ti condizionano di meno, evitando di trasformare il confronto con l’altro in uno sterile e dannoso conflitto.
  • Tieni ben presente che anche l’altro pensa di avere ragione
    Potrebbe sembrarti strano, ma anche l’altro, in genere, quando è coinvolto in una discussione è fermamente convinto di essere nel giusto e di avere ragioni da vendere.Il modello della programmazione neuro linguistica (PNL) ci dice che ciascuno di noi, anche quando fa o dice cose sbagliate, è spinto da un’intenzione positiva: questo significa che anche l’altro crede che le sue scelte e, di conseguenza, le sue azioni sono la risposta e la soluzione più adeguata che può dare.
    Mi rendo conto che pensare questo non è così intuitivo e immediato: inizialmente è troppo difficile immaginare un proposito costruttivo in alcune persone di tua conoscenza.
    Ma chiediti: quando mai ti è capitato di fare un errore e danneggiare te stesso e gli altri sapendo di farlo oppure sapendo di avere davanti a te soluzioni migliori?
    Beh, anche nei casi (rari, credimi) in cui l’altro vuole intenzionalmente provocare, lo fa perché convinto che fomentare il contrasto sia la strategia migliore possibile. E anche in questo caso, perché cascarci?
  • Allenati a cogliere l'umanità negli altri 
    Non ti prendo in giro e ti garantisco che a me è servito: dai un volto nuovo a qualcuno che ti sta antipatico o che ti attacca (per esempio, immaginalo con delle enormi orecchie d’asino, o come il personaggio di un cartone animato, o ancora nei suoi momenti più intimi in bagno).
    Usa fantasia, sensibilità e umorismo per cogliere l’aspetto più umano e leggero di ogni persona. Guardare con "occhi nuovi" l'umanità altrui ti aiuterà a ridimensionare  le difficoltà di relazione con chi ti infastidisce così tanto!

E se ancora c’è qualche situazione o persona che comunque ti fa perdere le staffe?
In questo caso, in uno dei miei prossimi articoli scoprirai una strategia efficace per gestire le situazioni critiche anche quando perdi la calma.

Massimo Fancellu
 

Sono un formatore e un Coach professionista specializzato nello sviluppo dei Team aziendali. Col mio metodo “TEAM IN 3 PASSI” aiuto i Team di lavoro che vogliono essere più efficaci ed efficienti. Questo in azienda significa lavorare con più affiatamento, maggior benessere e aumentare la produttività del gruppo.

Fai click Qui per lasciare un commento 0 commenti
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.